Blog

Zolotaya Balka, da oggi produce vino Igp

Zolotaya Balka, da oggi produce vino Igp

La cantina della Crimea ha ricevuto la licenza e da ora in poi potrà utilizzare le denominazioni "Sevastopol" e "Crimea"
maggio 31, 2017

Da oggi può produrre vini a indicazione geografica protetta. Così una delle più grande cantine della Crimea per la produzione di vini e spumanti, Zolotaya Balka, festeggia l’ottenimento della licenza per la produzione di vini Igp. I prodotti dell’azienda saranno quindi realizzati da uve obbligatoriamente coltivate sui territori della penisola.

L’essere in possesso della licenza per la produzione di vino Igp rafforza la responsabilità del produttore di fronte al consumatore finale. E il consumatore finale è allo stesso tempo più sicuro della provenienza del vino che beve e quindi più invogliato a comprarlo.

“Ottenere una licenza Igp è un passo molto importante per aumentare il livello di fiducia dei consumatori verso i nostri vini – ha detto il direttore generale della azienda agricola Zolotaya Balka, Elena Kostenko -. Questo elimina la possibilità che vengano utilizzate le denominazioni ‘Sevastopol‘ e ‘Crimea‘ nei vini il cui mosto, solitamente di bassa qualità, è stato in precedenza importato”.

Nel 2016 i proprietari di Zolotaya Balka hanno investito nella modernizzazione della struttura con più di 500 milioni di rubli (oltre 7 milioni di euro, al cambio attuale). Principalmente l’investimento è stato destinato all’acquisto di nuove attrezzature tecnologiche, ma anche per l’ammodernamento dei vigneti al fine di migliorare la qualità del proprio vino.