Blog

Vino, Siluanov risponde a Patrushev

Vino, Siluanov risponde a Patrushev

Si alle accise “preferenziali” per i vini ottenuti da uve nazionali; no alla discriminazione dei vini importati
luglio 27, 2018

Il ministro delle Finanze Anton Siluanov risponde oggi al ministro dell’Agricoltura Dmitry Patrushev commentando le recenti misure di sostegno al settore vitivinicolo russo. Siluanov nega che possano essere prese in considerazioni proposte che violino l’attività di contrasto ai monopoli del Servizio federale.

“Le eventuali misure di sostegno e azioni protezionistiche non devono interferire con il principio di sana concorrenza dei vini nazionali e d’importazione di alta qualità”.

Il ministero delle Finanze riconosce che “nella pratica straniera molti paesi sostengono i loro viticoltori”. Tuttavia la Russia ritiene che il  sostegno non debba mai configurarsi come forme palese o occulta di discriminazione nei confronti dei produttori di vini importati “. Il ministero dell’Agricoltura ha suggerito autorizzare la vendita di vini russi attraverso Camere di commercio e vettori aerei (Aeroflot), negozi duty-free, aziende (Ferrovie russe) e istituzioni culturali. Patrushev ha anche proposto di destinare 3,5 miliardi di rubli all’anno alla promozione, attingendo direttamente al ricavato proveniente dalle accise.

A tale riguardo Siluanov non ha negato che sia possibile stabire accise preferenziali per i vini ottenuti da uve nazionali e inasprire le accise su tutti quei prodotti di qualità discutibile che rendono il mercato del vino russo opaco, poco credibile e largamente inondato da “bevande al gusto di vino”.