Blog

Il vino moldavo torna sul mercato russo

Il vino moldavo torna sul mercato russo

Alcune tipologie di vino moldavo possono essere acquistati nei punti vendita al dettaglio delle maggiori reti commerciali della Federazione
giugno 20, 2017

La Federazione Russa torna a bere il vino moldavo. In questo momento, come riporta l’agenzia Actialitati.md, Merlot e Rose dalla Moldavia possono essere acquistati nella maggior parte dei punti vendita al dettaglio delle maggiori reti commerciali.

Il Rospotrebnadzor, l’Authority russa per la salute e i controlli fitosanitari, ha vietato la consegna dei vini moldavi alla Federazione Russa dal settembre 2013, facendo un’eccezione solo per un certo numero di imprese provenienti dalle entità territoriali autonome di Transnistria e Gagauzia.

Qualche mese fa, sempre il Rospotrebnadzor aveva permesso alla società moldava Cricova di portare sul mercato russo 20 marche di vino, dopo aver superato i controlli. I primi di marzo i prodotti vitivinicoli di questa azienda erano apparsi sul mercato russo con i nomi Cricova Molyugvin, Castel Mimi, Chateau Vartely e Lion-Gri.
Cricova è una storica cantina nonchè produttore moldavo di vino che, nelle cui cantine sotterranee, custodisce oltre 30 milioni di bottiglie. La produzione annuale supera il milione di bottiglie ed è nota in tutto il mondo per l’eccellenza dei suoi prodotti (60 medaglie nei concorsi internazionali) che oggi comprendono anche 15 tipologie di vini spumanti.

Durante la sua seconda visita al Cremlino, a marzo di quest’anno, il presidente Igor Dodon aveva affermato con sicurezza il ritorno di alcune aziende moldave, che avrebbero avuto il diritto di fornire i loro prodotti al mercato russo.