Blog

Vino georgiano, record da Guinness

Vino georgiano, record da Guinness

Le tradizioni della vinificazione della Georgia premiate da Guinness come le più antiche del pianeta
dicembre 6, 2017

Il riconoscimento da Guinness è stato reso possibile grazie agli scavi archeologici di due insediamenti antichi, situati a 50 chilometri dalla capitale dello stato georgiano, che risalgono agli anni 6000-5800 a.C. Durante gli scavi, gli archeologi hanno trovato due vasi di ceramica contenenti tracce di liquido. Le analisi chimiche hanno stabilito che i vasi erano utilizzati per l’invecchiamento e per la conservazione di vino d’uva.

La scoperta è stata fatta dal prof. Patrick McGovern, archeologo molecolare del Museo di archeologia e antropologia dell’Università della Pennsylvania e autore principale dello studio “Vino neolitico antico della Georgia nel Caucaso meridionale”, pubblicato online nella rivista Proceedings of the National Accademia delle scienze (PNAS) il 13 novembre 2017 e da scienziati provenienti da istituzioni in Georgia, Francia, Italia, Israele, Canada, Danimarca e Stati Uniti, che hanno partecipato al progetto congiunto di ricerca per lo studio dell’uva e della cultura del vino in Georgia.

Fino a poco tempo fa, gli storici credevano che le più antiche tradizioni enologiche fossero in Iran dove vino d’uva è stato prodotto negli anni 5400-5000 a.C. (M.K.)