Blog

Vinitaly, più qualità e più servizi. Spazi espositivi sold out

Vinitaly, più qualità e più servizi. Spazi espositivi sold out

Il digitale protagonista dell'innovazione dei servizi.
marzo 1, 2018

Spazi espositivi sold out. E’ questo il primo dato di grande crescita del prossimo Vinitaly, in programma a Verona dal 15 al 18 aprile di quest’anno. A due mesi dall’apertura, il più grande salone al mondo di vini e distillati ha già registrato un incremento del numero di espositori, visitatori internazionali e contatti b2b.

Si tratta di un primo risultato ottenuto grazie all’ideazione di un nuovo piano industriale che ha degli obiettivi ben precisi: investire nel continuo miglioramento delle infrastrutture (da ulteriori parcheggi prossimi al quartiere, fino alla sistemazione delle storiche Gallerie Mercatali di fronte al PalaExpo che saranno utilizzate per gli eventi di Vinitaly già da questa edizione), nell’innovazione digitale e creare nuovi servizi alle imprese.

Sono stati senz’altro incoraggianti anche i risultati ottenuti dall’edizione dell’anno scorso. La rassegna del Vinitaly 2017 ha infatti registrato 128mila presenze di cui 48 mila estere da 142 Nazioni. Sul totale estero, i top buyer stranieri accreditati hanno raggiunto quota 30.200 (+8% sul 2016). Un successo dovuto soprattutto agli investimenti diretti nell’incoming da parte di Veronafiere e la collaborazione con il ministero dello Sviluppo Economico e ICE-Agenzia nell’ambito del Piano di promozione straordinaria del made in Italy.

Per implementare ulteriormente il numero di operatori e buyer internazionali, quest’anno il Vinitaly punta a valorizzare il ruolo della community globale del vino, creata attraverso la sua attività estera e della Vinitaly International Academy, continuando la sua collaborazione con le istituzioni, tra cui l’ICE Agenzia. In un’ottica di incremento dei contatti tra le proprie cantine clienti e il mondo del winebusiness, inoltre quest’anno il salone propone “Vinitaly Directory- Official catalogue & business guide”. Un innovativo portale che in lingua inglese, cinese e italiana da quest’anno sostituisce il tradizionale catalogo online e permette di cercare già da ora aziende e vini per zona di produzione, fascia di prezzo, bottiglie prodotte, mercati di riferimento e quelli che si vogliono sviluppare, canali di vendita utilizzati e molto altro ancora. Questo permetterà ai visitatori dell’edizione 2018 di poter stilare già da ora un’agenda di appuntamenti mirati con le cantine più interessanti e affini al loro business.