Blog

Vinitaly 2018: una realtà in espansione

Vinitaly 2018: una realtà in espansione

Vinitaly 2018 si espande. E lo fa nel vero senso della parola. In questa edizione, infatti, verrà ampliato l’International_Wine Hall e il salone ViVit- Vigne Vignaioli Terroir, situato all’interno del
marzo 3, 2018

Vinitaly 2018 si espande. E lo fa nel vero senso della parola. In questa edizione, infatti, verrà ampliato l’International_Wine Hall e il salone ViVit- Vigne
Vignaioli Terroir, situato all’interno del padiglione 8. Si tratta di un’espansione conseguenziale all’aumento degli espositori esteri e all’ampliamento del mondo produttivo italiano, spiegano gli organizzatori dell’evento.

Quest’anno il salone dedicato agli espositori esteri, l’International_Wine Hall, accoglierà il 25 percento in più degli espositori. Numerose le new entry: dalla prima volta di Etiopia, Danimarca e Santo Domingo, alle nuove aziende da Francia, Spagna, Croazia, Georgia, Portogallo, Ungheria, Azerbaijan, Usa,
America del Sud, Australia, fino al Giappone. Ogni giorno, nell’area tasting si svolgerà un programma di degustazioni guidate dei vini e distillati in esposizione, dai rum caraibici al Pisco peruviano, ai liquori a base di vodka.

Quest’anno la degustazione si focalizzerà sui vini rosati, per approfondire i motivi di un successo internazionale sempre più in crescita. In calendario anche gli appuntamenti con Tasting ex…press, il tradizionale viaggio tra i vini del mondo organizzato in collaborazione con importanti testate estere, con focus quest’anno su Argentina e Peru, Ungheria, Ucraina, Francia, Slovenia e Australia. Altrettanto importante il tasting sui “Vini dal mondo seguiti di Riccardo Cotarella” con 15
vini da Italia, Francia, Romania, Stati Uniti, Palestina, Russia e Giappone e quello guidato da Raoul Salama che presenta in parallelo Pessac-Leognan e Bolgheri con 3 etichette italiane e 3 francesi delle cantine più blasonate.