Blog

Taste&Buy, i nuovi buyer per i B2B

Taste&Buy, i nuovi buyer per i B2B

Un migliaio i nuovi trader selezionati e invitati. Presenti da Usa, Russia e Cina
aprile 10, 2018

Si chiama Taste&Buy il servizio di matching b2b che Vinitaly offre agli espositori. Circa 1.000 quest’anno i nuovi professionisti da una sessantina di Paesi, che si aggiungono agli operatori in visita (in totale 128.000 nel 2017 dei quali 48.000 da 142 Paesi). Oltre agli incontri b2b con le aziende parteciperanno ai walk around tasting dei consorzi e nei grand tasting di Vinitaly. Nel 2017 i matching organizzati all’interno dell’iniziativa Taste&Buy e dei walk around tasting sono stati ben 1.300 in quattro giorni di fiera. Per quanto concerne la Russia, il Paese torna a essere strategico per il vino italiano. Attualmente l’import dall’Italia ammonta a circa 255 milioni di euro e le previsioni Vinitaly/Wine Monitor stimano nei prossimi cinque anni un incremento delle importazioni del 27,5%. Per sostenere questo trend, la selezione per l’incoming quest’anno ha fatto leva su due tipologie di buyer: aziende top – grossi importatori da anni espositori a Vinitaly Russia con fatturati alti – interessati ad espandere il proprio portfolio; aziende di dimensione più piccola ma molto incentivate a trovare nuovi fornitori dall’Italia e creare da zero un portfolio di vini italiani.