Blog

Michel Rolland (ancora) consulente della viticoltura cinese

Michel Rolland (ancora) consulente della viticoltura cinese

Si tratta di una collaborazione nata nell'ormai lontano 1996
maggio 8, 2018

Michel Rolland sarà il nuovo consulente enologico di Wine World, azienda vinicola cinese con sede a Shenzhen. La scelta di uno dei più importanti enologi sul mercato è la garanzia per garantire un’ottima qualità del vino cinese e dell’alta professionalità dell’azienda, ha spiegato il presidente Miao Yan.

Questa non è la prima volta che Rolland collabora con la Cina. Si tratta di una collaborazione nata nell’ormai lontano 1996. L’enologo bordolese lavorava allora come consulente presso la Great Wall Chinese Winery, di proprietà del Conglomerato alimentare cinese COFCO. Lo ha svelato il direttore generale della COFCO Wine & Wine, Castle Lee.

Ad oggi, Rolland è conosciuto come uno dei più influenti consulenti di vino del mondo. Divenne famoso per il suo lavoro a Bordeaux, dove fece consulenze a Figeac, Pontet-Canet e San Pietroburgo. Le sue consulenze si sono estese non solo a Bordeaux, ma anche a molti paesi, contando più di 150 clienti in tutto il mondo.

Tuttavia, Rolland non è l’unico a portare avanti consulenze per la Cina, il paese le cui ambizioni lo hanno trasformato nel gigante del vino. Un altro enologo presente sul mercato cinese, rivale di Rolland, è infatti Stefan Derenkort, consulente francese selezionato recentemente dal vice-presidente di un gruppo enorme di CITIC, per sviluppare vigneti in Manasi – la regione a ovest di Urumqi.

Rolland ha recentemente venduto la sua cantina Chateau Le Bon Pasteur di Pomerol, e due territori confinanti di Hong Kong, al miliardario Ban Sutongu, presidente del Gruppo Goldin.