Blog

Licenze ai nuovi produttori, la Russia riduce i costi

Licenze ai nuovi produttori, la Russia riduce i costi

Passeranno da 800mila a 65mila rubli
giugno 20, 2016

I deputati della Duma di Stato hanno adottato in prima lettura il disegno di legge per la riduzione del costo delle licenze ai nuovi produttori di vino della Federazione. Passeranno da 800mila a 65mila rubli. Questa agevolazione riguarda la produzione, lo stoccaggio, ma anche la vendita al dettaglio dei prodotti vitivinicoli realizzati da produttori russi.

Tra i prodotti rientra anche il vino spumante prodotti dalle aziende private e dai singoli imprenditori riconosciuti produttori agricoli in conformità con la legge della Federazione.

“Il disegno di legge è un ulteriore passo per lo sviluppo di un ambiente favorevole per lo sviluppo della viticoltura nel nostro Paese e ha lo scopo di attuare una politica statale unitaria in relazione alla produzione di uve e vini”. Lo ha spiegato ai giornalisti uno degli autori del disegno di legge, il vice presidente del Comitato della Duma per la politica economica, Viktor Zvagel’skii.
Secondo le sue dichiarazioni, l’iniziativa è ampiamente supportata dalla comunità imprenditoriale russa, che da lungo attendeva provvedimenti a favore della produzione interna.