Blog

L’enoturismo: dov’è più accessibile?

L’enoturismo: dov’è più accessibile?

La Moldavia si posiziona al primo posto per il costo medio di una bottiglia
ottobre 31, 2017

Il turismo del vino negli ultimi anni sta diventando sempre più popolare tra gli appassionati di viaggi. I produttori di vino offrono non solo un vino di qualità ma anche un’occasione per visitare le cantine e partecipare alle feste tematiche e degustazioni.

Momondo Russia ha esaminato il costo medio di una bottiglia di vino per 50 destinazioni dell’enoturismo. Secondo i risultati della ricerca, la Moldavia vende una bottiglia di vino al prezzo più basso – 201 rubli. I vini moldavi, infatti sono esportati in tanti paesi e sono di buona qualità. Al secondo posto c’è Azerbeigan con una produzione vinicola secolare.

Al terzo posto c’è la Tunisia, dove il costo medio di una bottiglia è di 249 rubli. Nonostante il prezzo abbastanza basso, il vino in questo paese ha un gusto squisito, dato che vengono utilizzate tecniche di produzione francesi. Inoltre, in Tunisia si può provare un vino grigio unico che viene prodotto da un particolare tipo di uva che cresce solo in questo paese.

Praticamente la stessa posizione ha la Georgia. I viticoltori georgiani utilizzano le tecnologie europee, pertanto i loro prodotti sono molto buoni.

La “top five” è chiusa dall’Ungheria, con costo medio per una bottiglia di vino di 274 rubli.

Una delle destinazioni dell’enoturismo più popolari per il costo medio del vino è la Bulgaria (277 rubli), e subito dopo la Spagna. In Italia, Germania e Repubblica Ceca il prezzo medio è di 353 rubli.

In Russia il costo medio di una bottiglia di vino è di 399 rubli.

Il costo, invece, più alto del vino è a Singapore con una media di 1314 rubli. Al secondo posto ci sono gli Emirati Arabi Uniti.

Anche in Norvegia il costo è piuttosto alto (1048 rubli). La “top five” dei vini più costosi, invece, è chiusa dall’Indonesia e dalla Thailandia. (M.K.)