Blog

La pubblicità del vino è legale. Ma solo quella doc

La pubblicità del vino è legale. Ma solo quella doc

Il governo ha autorizzato la pubblicità del vino proveniente dai paesi della Comunità eurasiatica. La denominazione di origine controllata fa il suo ingresso in editoria
gennaio 26, 2018

La notizia ha due lati: uno positivo e pone fine al divieto di pubblicità del vino. Il Governo della Federazione ha infatti approvato alcuni emendamenti alla legge sulla pubblicità che la rendono legale sui media. La seconda, negativa, circoscrive tale possibilità solo al vino prodotto da uve coltivate nei paesi dell’Unione economica eurasiatica.

Gli emendamenti approvati hanno pertanto rimosso il divieto solo parzialmente e liberalizzato protezionisticmente un mercato che chiedeva maggiore libertà e maggiore conoscenza da parte del consumatore finale. Il divieto viene rimosso in tutti i periodici, nei programmi televisivi e radiofonici.
Oltre alla Russia, la Comunità economica eurasiatica comprende Armenia, Bielorussia, Kazakistan e Kirghizistan.