Blog

La passione delle accise per il vino

La passione delle accise per il vino

Nel 2017 le voci di bilancio della Federazione russa derivanti dalle accise sul vino sono aumentate del 52,5
febbraio 21, 2018

Ce n’est qu’en début. E’ toccato al vino e domani potrebbe toccare alla birra con l’introduzione dell’etichetta obbligatoria. Sorpende, tuttavia, la dimensione dell’incremento e il suo carattere palesemente protezionistico: le entrate per il bilancio della Federazione russa dalle accise sul vino sono aumentate del 52,5 per un controvalore pari a 15,59 miliardi di rubli. Le bevande alcoliche hanno avuto un incremento minore delle accise (9%) mentre la birra è rimasta sostanzialmente graziata (crescita dell’1,3 %). Secondo l’Unione nazionale per la protezione dei diritti dei consumatori, le accise sui prodotti vitivinicoli importati nel territorio della Federazione Russa hanno penalizzato il consumo di vino proveniente dai paesi leader europei e costretto ad una conversione verso il vino prodotto internamente.