Blog

La Moldavia si adegua: cahors, cognac e champagne, via dalle etichette

La Moldavia si adegua: cahors, cognac e champagne, via dalle etichette

Entra in vigore oggi il divieto di produrre e vendere bevande alcoliche con le tre denominazioni
aprile 3, 2018

Le aziende moldave non potranno da oggi produrre e commercializzare bevande alcoliche con le denominazioni “cahors, cognac e champagne”. La comunicazione è stata resa dal Direttore del Ministero dell’Agricoltura moldavo.  Secondo l’accordo di associazione con l’UE, concluso dalle autorità moldave nel 2014, alla Repubblica è stato concesso un periodo di transizione, all’interno del quale i produttori locali potevano utilizzare i nomi geografici occidentali nella fabbricazione e nell’esportazione di bevande alcoliche.

Il periodo di transizione è scaduto il 1 aprile 2018 ed oggi il divieto è divenuto operativo. Il Ministero ha fatto presente che da oggi non saranno resi disponibili tutti i certificati fiscali e doganali connessi e che tutti i tentativi di vendere ed esportare bevande alcoliche sotto i nomi geografici occidentali citati saranno fermati.

Nel quadro dell’accordo concluso con l’Unione europea, le autorità moldave si sono impegnate a proteggere oltre 3.2000 denominazioni geografiche europee utilizzate nell’Unione europea per l’etichettatura di prodotti alimentari, vino e bevande alcoliche. Lo scopo di questo accordo è proteggere i consumatori, in modo che non siano fuorviati circa la vera origine dei beni e la loro effettiva qualità.