Blog

La Duma di Stato ha approvato gli emendamenti sullo sviluppo della vinificazione

La Duma di Stato ha approvato gli emendamenti sullo sviluppo della vinificazione

Il disegno di legge, approvato in prima lettura, ha in progetto di ridurre la dipendenza del mercato dal vino estero
novembre 9, 2017

La Duma ha approvato un disegno di legge che propone la distinzione tra la produzione di alcolici composti da alcool etilico e la produzione dall’uva. La disposizione ha introdotto anche incentivi per l’industria. Sono stati stabiliti, infatti, i requisiti per il mantenimento del registro dei vigneti, l’inventario dei vigneti e la dichiarazione della raccolta d’uva per la produzione di prodotti vitivinicoli.

Inoltre, è consentito commercializzare i propri prodotti vinicoli nelle feste riguardanti il vino, nelle mostre e nelle fiere.

“Sono sicuro che l’effetto di adozione della legge sarà colossale per le nostre regioni meridionali, – ha detto il leader della fazione “Russia Unita” Sergei Neverov, – permettendo lo sviluppo di agro-turismo (escursioni, visite guidate, dove sarà possibile partecipare alla raccolta di uva e alla produzione di vino, visitando le cantine) e creando nuovi posti di lavoro, e lo sviluppo di piccole e medie imprese“.

Presentando il disegno di legge, è stato notato che i tentativi di creare una legge federale per il settore della viticoltura e della vinificazione non sono riuscite per quindici anni e adottando la legge aumenteranno i vigneti e, di conseguenza, diminuirà la dipendenza dall’importazione del vino.

Un membro del comitato di Duma di Stato sulla politica economica, Viktor Zobnev, ha sottolineato, che è opportuno definire i requisiti di licenza per la produzione e la circolazione del vino, compreso il vino spumante, nella seconda lettura. Si raccomanda inoltre di introdurre una serie di misure per promuovere il vino prodotto in Russia, in particolare attraverso le norme relative alla pubblicità dei vini.

Il governo della Federazione russa ha sostenuto il disegno di legge, a condizione che sarà completato nella seconda lettura, tenendo conto delle osservazioni. (M.K.)