Blog

La domanda russa mette le ali al vino georgiano

La domanda russa mette le ali al vino georgiano

Da gennaio a giungo, +21% sul 2017
luglio 16, 2018

L’esportazione di vini georgiani in Russia, nel primo semestre, ha mostrato una crescita a due cifre sia in termini di volume che di valore, quasi interamente sostenuta dalla forte domanda proveniente dalla Federazione. L’esportazione di vini georgiani è aumentata del 21% da gennaio a giugno, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, raggiungendo quota  38,2 milioni di bottiglie e il suo valore è salito  a  90,3 milioni di dollari (+28%). Ne da notizia  il rapporto pubblicato dall’Organizzazione  del commercio del vino.  La Russia si conferma quindi  il più grande mercato di esportazione del paese con oltre 24 milioni di bottiglie di vino georgiano ricevute in questo periodo, seguita dall’Ucraina (4,19 milioni di bottiglie), dalla Cina (2,9 milioni di bottiglie), dal Kazakistan (1,65 milioni bottiglie) e, infine,  dalla Polonia (1,57 milioni di bottiglie). L’anno scorso, la Cina per un breve periodo aveva  preceduto l’Ucraina, conquistando  il posto di “secondo più grande mercato di esportazione”. Nella prima metà del 2018 è retrocessa  nuovamente al terzo posto.