Blog

Export senza ostacoli del vino dall’Azerbaijan alla Russia

Export senza ostacoli del vino dall’Azerbaijan alla Russia

Istituito il punto-accise al confine dei due stati
maggio 8, 2018

L’Azerbaijan aumenterà le esportazioni di vino in Russia dopo l’apertura del servizio di accise al confine con la Russia. L’istituzione del servizio al confine di Stato tra Azerbaigian e la Repubblica del Daghestan (Federazione Russa) rimaneva il vero ostacolo alla penetrazione del vino azero nella Federazione compromettendo il programma di esportazione contenuto nel Piano statale per lo sviluppo della vinificazione in Azerbaigian 2018-2025.

Il presidente dell’Azerbaigian, Ilham Aliyev, ha annunciato che il mercato russo non resterà prcluso a causa dell’impossibilità di oltrepassare il confine per mancanza di accise. Il nuovo servizio rilascerà le autorizzazioni anche al trasporto di vino in autobotti. In precedenza gli esportatori azeri di prodotti soggetti ad accisa, in particolare gli esportatori vino verso la Russia, erano costretti a regolare l’attività al confine con la Georgia e di li fare ritorno a Baku per poi dopo entrare in Daghestan. Nel 2017 il principale mercato di esportazione vinicola dell’Azerbaigian e’ stato la Russia con 338 mila decilitri, pari al 90, 1% delle esportazioni. Il rimanente 10 per cento è stato esportato in Cina