Blog

Esportazioni di vino Italia: in Asia +10,4%

Esportazioni di vino Italia: in Asia +10,4%

Le esportazioni in settembre 2017 sono stabili a 512 milioni di euro, per un volume di 1.8 milioni di ettolitri, -1%. Da inizio anno le esportazioni crescono del 7% a 4.3 miliardi, per un volume in crescita del 6% a 15.8 milioni di ettolitri
dicembre 19, 2017

Il dato di crescita è perfettamente sovrapponibile a quello degli ultimi 12 mesi.

Il dato di settembre è influenzato dal calo del 4% dei vini in bottiglia, compensato dalla crescita del 10% degli spumanti. Come capita spesso di sottolineare, i dati mensili vanno visti con prudenza. In particolare, va evidenziato che proprio i vini fermi in bottiglia hanno dato un forte contributo nei mesi scorsi, con una crescita media tra maggio e agosto dell’8-9%.

Guardando ai principali paesi, gli USA rallentano a +4% da inizio anno, con un +1% sui vini in bottiglia e il +17% sugli spumanti (positivi anche in settembre). La base di comparazione dell’ultimo trimestre purtroppo non è semplice. La Germania cala del 7% nel mese ma cresce del 2% da inizio anno (-1% vini in bottiglia, +7% spumanti). Il Regno Unito cala del 4% in settembre ma resta in crescita del 7% da inizio anno (grazie al +13% degli spumanti).

Sono invece molto positivi i dati del vino italiano in alcuni paesi come Canada, Francia, Svezia e Giappone che messi insieme cubano all’incirca come Germania e Regno Unito. Tra questi, il fenomeno emergente resta chiaramente la Francia che tra i maggiori mercati di esportazione è l’unico con un ritmo di crescita superiore al 10%.

Uno sguardo più allargato a livello continentale consente di evidenziare l’ottimo andamento nel 2017 (finalmente) del vino italiano in Asia, dove la crescita sta accelerando (+10.4% negli ultimi 12 mesi terminanti a settembre).