Blog

Dogane russe, cresce l’import di vini e spumanti

Dogane russe, cresce l’import di vini e spumanti

Consegne di vino salite del 4,5%, mentre gli spumanti registrano un +4,8%
gennaio 20, 2017

Lo scorso anno, la Russia è riuscita ad aumentare le importazioni di vini e spumanti dopo il crollo record registrato nel 2015. Lo riporta il quotidiano Kommersant, facendo riferimento ai dati elaborati dalle dogane russe.

Le consegne di vino sono cresciute del 4,5% fino a raggiungere i 174,73 milioni di litri, mentre l’import di spumanti è cresciuto del 4,8% fino a 34,85 milioni di litri. Si tratta di un lieve incremento rispetto alle cifre del 2015, quando le importazioni di vino e spumanti erano diminuite rispettivamente del 32,6% e 33,7%.

Contemporaneamente, secondo le analisi di Rosstat, i dati riguardanti la produzione locale hanno evidenziato cifre negative. Infatti, la produzione di vino ha registrato -7,7% (368,48 milioni di litri), mentre quella relativa agli spumanti -8% (147,35 milioni di litri). Ricordiamo, che nel 2015, la produzione russa è era salita in tempi record, con la produzione di vino a +24,5% (399,4 milioni di litri) e la produzione di spumanti a +3,3% (160,6 milioni di litri).

A differenza del vino, le importazioni di superalcolici continuano a registrare cifre negative. Le forniture di whisky -15,4% fino a 28,43 milioni di litri, rum -10,5% fino a 4,26 milioni di litri, tequila -2% fino a 2,58 milioni di litri, cognac e brandy -21,8% fino a 6,89 milioni di litri.

Dati dalle dogane russe.
Top-5 degli importatori di spumanti nel 2016:

Importatori

In milioni di litri

Bacardi Rus

3,62

Campari Rus

2,7

Simple

2,2

Marin express

2,03

Russky alcogolny dom

1,89

 

Dati dalle dogane russe.
Top-5 degli importatori di vini nel 2016:

Importatori

In milioni di litri

Mistral alco

19.86

Luding

15.89

Simple

8.82

Ritaile import

6.29

Priorimpex

6.24

Anastasiia Kochkurova