Blog

Di ritardo in ritardo

Di ritardo in ritardo

OCM vino: le aziende dovranno concentrare tutte le iniziative nel secondo semestre. Il nuovo decreto vedrà la luce in aprile
marzo 11, 2018

Di proroga in proroga, la questione relativa alla promozione del vino italiano nei mercati internazionali non ha fine. I progetti presentati dovranno essere riscritti. Le iniziative italiane  già avviate non entreranno nelle misure di sostegno europeo.

Dopo il decreto del ministero delle Politiche agricole che prorogava il via al 9 marzo, spunta fuori un altro decreto che “allunga” la prima proroga al 30 marzo. Ciò significa che il decreto ministeriale sarà pronto in aprile.  E le aziende made in Italy, a fronte anche di tutti i ritardi generati nei mesi scorsi, avranno solo sei mesi di tempo per investire in promozione all’estero contro i 12 mesi a disposizione dei paesi competitor.

In una situazione di caos nazionale, tra ricorsi e cause, che persiste ormai da tempo, sono in difficoltà e in ritardo anche nelle amministrazioni territoriali.

 

ocm