Blog

Ad Anapa si costruisce il Centro di enologia e turismo

Ad Anapa si costruisce il Centro di enologia e turismo

Il nuovo stabilimento della holding “Ariant” sarà costruito per la produzione di champagne e spumanti
novembre 22, 2017

Sul progetto hanno lavorato i migliori specialisti dall’Italia e dalla Francia. Si prevede di avviare l’impianto entro il 2020. L’impianto servirà per la lavorazione dell’uva, per l’imbottigliamento, per l’imballaggio, per lo stoccaggio e per il marketing.

Si prevede che l’impianto aumenterà la capacità totale della società di quasi la metà – la produzione annua economica a 22 milioni di bottiglie, di cui 6,5 milioni di bottiglie di champagne e spumanti, 15,5 milioni di bottiglie di vini.

Il complesso avrà una cantina moderna di livello europeo per la lavorazione dell’uva con una capacità totale di 20mila tonnellate, per lo stoccaggio e per l’invecchiamento dei vini. Ci sarà una stanza per l’invecchiamento dello champagne, sviluppata secondo la classica tecnologia dello champagne in una bottiglia.

Anche la posizione del centro è unica: il centro si trova in prossimità dell’autostrada federale che collega l’area turistica “Novorossiysk – Anapa – Crimean Bridge”, in vicinanza dell’aeroporto, della stazione ferroviaria di Anapa e del villaggio turistico di Blagobeshchenskaya. Tutti questi fattori diventano ulteriori vantaggi per lo sviluppo del turismo agroalimentare.

Nel complesso si prevede di creare un centro di turismo del vino con un negozio, un’area conferenze, un wine bar e un mini-hotel. Circa 700 persone di personale qualificato assicureranno la capacità dell’impianto e del centro turistico.

L’azienda Ariant mira a diventare il centro culturale della Regione di Krasnodar e uno dei più importanti centri dell’industria di vino in Russia. (M.K.)